Davide Colombo

Davide Colombo

Ricercatore di Storia dell’arte contemporanea presso l’Università degli Studi di Milano, dove insegna Storia della fotografia.
I suoi studi si concentrano sul Novecento e in particolare sul periodo del secondo dopoguerra fino agli anni Settanta-Ottanta, con uno specifico interesse per i rapporti tra arte, critica militante e letteratura e per la figura di Emilio Villa, poeta e critico d’arte, nonché per i rapporti tra arte, tecnica e scienza.
Uno dei principaili ambiti di indagine riguarda le relazioni internazionali soprattutto tra Italia e Stati Uniti, Italia e Inghilterra, per i quali ha ottenuto una fellowship della Terra Foundation for American Art (2014) e ha co-curato con C. Stephens (Tate Gallery) la mostra Henry Moore (Terme di Diocleziano, Roma, 2015-16). Dal 2015 collabora con il CIMA-Center for Italian Modern Art (New York) e partecipa al progetto Art in Translation. European Art Writing on the Art of the United States 1945-1990 – a cura di I. Boyd Whyte e C. Hopkins (University of Edinburgh).
Negli ultimi anni ha curato la mostra Eugenio Carmi. Appunti del nostro tempo. Opere storiche (1957-1963), presso il Museo del Novecento, Milano (2015-16) e ha co-curato con Barbara Cinelli la mostra Manzù. Dialoghi sulla spiritualità, con Lucio Fontana presso Castel Sant’Angelo a Roma e il Museo Manzù ad Ardea (2016-17).
Ha recentemente pubblicato la monografia Lucio Fontana e Leonardo da Vinci. Un confronto possibile (Scalpendi, 2017) e ha curato la mostra Lucio Fontana. Omaggio a Leonardo presso il Museo del Novecento di Milano (15 giugno-12 settembre 2019).